Come scegliere il nome del tuo bambino?

Esistono due tipi di genitori: quelli che scelgono il nome del bambino prima del concepimento, e quelli che decidono in fretta pochi minuti prima della dimissione dall'ospedale. Ma non importa in quale casella ti trovi, scervellarti sulla scelta del nome è del tutto naturale. Inoltre, alcune coppie ne fanno un acceso dibattito poiché le opinioni divergono. Se sei a corto di idee, ecco alcuni suggerimenti che potrebbero aiutarti a trovare IL nome per la tua futura meraviglia.

piedini del bambino

Una scelta fatta in due

Durante il concepimento hanno preso parte mamma e papà , quindi tanto vale non includere una nuova persona che influenzi la scelta del nome. In effetti, questa rimane la responsabilità dei genitori. Né i nonni, né i fratelli e tanto meno gli amici dovrebbero scegliere il nome del bambino. Il motivo è semplice: puoi scegliere un nome che evochi la tua esperienza, la tua storia o anche che abbia un significato particolare. La tua scelta non piacerà a tutti. E questo è un bene, perché l'obiettivo non è avere il consenso di terzi, ma chiamare tuo figlio con un nome che ti parli e che ti si addice soprattutto.

Cosa dice la legge

La legge dell'8 gennaio 1993 allenta la regolamentazione sui nomi. Oggi i vincoli si contano sulle dita di una mano. Quindi i genitori hanno a disposizione una moltitudine di possibilità. E la normativa prevede solo tre regole.

  • I nomi devono essere associati a un cognome;
  • Il nome deve essere facilmente scritto e pronunciabile. Non deve quindi contenere caratteri stranieri come la tilde spagnola;
  • Non deve contenere più di tre nomi;
  • Il nome non deve ledere gli interessi del bambino (ad esempio, ridicolo, dispregiativo o maleducato).

Originale, ma non troppo

Non c'è niente di sbagliato nello scegliere un nome insolito per il tuo bambino. Tuttavia, alcuni genitori esagerano. Cercando di esagerare, ci sono coppie che creano un'associazione ortografica un po' dubbia come Jean-Clode, Evangelynn, Kill-Yann o anche Djustyne. Per non parlare dei “ genitori fan ” che scelgono di onorare il loro bambino chiamandolo con il nome del loro idolo come Elvis Presley, Bruce-Lee o Alapcino. Nota, gli ultimi due incutono rispetto nel parco giochi. E una piccola dedica ai fan di Game of Thrones che hanno dato alla luce Drogo e Khaleesi nonostante la loro tragica fine...

Infine, quando la creatività raggiunge il suo apice, ti consigliamo francamente di calmare gli animi, perché rischierai di fare come i tuoi genitori che hanno avuto la cattiva idea di chiamare i loro bambini con nomi senza senso. A meno che Dinonzo, Cheltowe e Dayverston non abbiano un significato nascosto?

Quindi, un consiglio, quando fate la vostra scelta, ricordatevi che il nome rimarrà impresso sulla pelle di vostro figlio , lo seguirà per tutta la vita. Rappresenta, in un certo senso, l'essere stesso della persona e offre protezione contro la perdita della propria identità nell'anonimato del gruppo. Dare un nome a un bambino è farlo esistere.

Fatti una domanda prima di decidere: " Non è questo nome troppo pesante da sopportare per mio figlio?" ". Non si contano più i piccoli che hanno sofferto e soffrono oggi di scherno a causa dei loro nomi nel cortile della scuola. Un nome troppo originale, che abbia un significato o una storia, può essere motivo di stupore o addirittura di scherno. Le osservazioni ricorrenti causano traumi psicologici, che possono portare all'abbandono della scuola.

occhi azzurri, tesoro, troppo carino

Dove trovare ispirazione?

Scegliere un nome a volte è complicato, soprattutto se sei ossessionato dall'argomento. Se non vuoi che il tuo bambino abbia lo stesso nome di una persona cara, prendi ispirazione da tutto ciò che ti circonda. L'ispirazione è ovunque. Crea un insieme di lettere di cui ti piace la consonanza, il significato o anche la storia, tenendo conto di tre criteri: che le parole siano brevi, facili da trasportare e da scrivere.

Le stelle

Cosa potrebbe esserci di più dolce che offrire alla tua meraviglia non ancora nata un nome celeste che evochi il cielo, la luce e la costellazione. Le stelle costituiscono un'originale fonte di ispirazione, permettendoti di creare un nome che suona meraviglioso all'orecchio. Ecco i nostri preferiti:

  • Selene, la dea greca della luna;
  • Naos, il dolce nome di una stella;
  • Leila, “crepuscolo” o “notte” in arabo;
  • Déclan, “luce” in irlandese;
  • Elina, “splendore del sole” in greco;
  • Natt, “notte” in norvegese;
  • Hikari, “luce” in giapponese;
  • Lyra, nome di una costellazione;
  • Yué, “luna” in cinese;
  • Stella, “stella” in italiano.

Puzzle familiari

Per scegliere il nome del tuo bambino, cosa c'è di più naturale che guardare prima il tuo ? Il nome del tuo piccolo potrebbe essere nascosto nel tuo. Non è raro che le coppie attingano dal proprio nome per formare quello del proprio bambino. E con l'immaginazione si può creare una bellissima combinazione.

Ad esempio, potresti riorganizzare Carrie e Damian per creare Darcie o Marina. Allo stesso modo, alcuni genitori combinano parte o tutto il loro nome per creare un nome per il loro bambino. James e Lynn possono ricombinarsi per formare Jamilyn, e Harry e Alison per formare Harrison. Naturalmente, non tutti i nomi si prestano a questa combinazione, ma quando funziona, è davvero fantastico.

Il mondo della mitologia

Già nel 1000 a.C. i poeti raccontavano leggende e miti in un linguaggio ricco, sottile e magnifico. Ma, a parte la nostra immaginazione e alcuni disegni realizzati esclusivamente da artisti, gli dei non hanno mai assunto l'apparenza della realtà. Ed è qui che dobbiamo trovare il miracolo in questi personaggi finora mitici. Oltre alle loro superbe leggende, i nomi di queste divinità non sono protetti. Siamo liberi di usarli o di trarre ispirazione da essi. E secondo uno studio recente, ci sono più di 3.000 nomi e ispirazioni possibili se prendiamo in considerazione personaggi mitici di tutti i continenti e di tutte le epoche. Ecco un piccolo esempio di nomi che potrebbero aiutarti:

  • Aglaé, nome proprio del greco antico che significa “splendore” o “splendore”;
  • Cerere, primo nome della dea dell'agricoltura e della fertilità nella mitologia romana;
  • Rig, dio creatore degli uomini e della civiltà nella mitologia irlandese;
  • Odino, dio della guerra, della saggezza e della poesia nella mitologia norrena;
  • Danae, eroina della mitologia greca e figlia del re di Argo;
  • Iris, nome proprio del greco antico che significa “arcobaleno”;
  • Etere, dio della luce celeste nella mitologia greca;
  • Thor, dio del fulmine della mitologia norrena;
  • Gaia, dea della terra nella mitologia greca;
  • Epona, deriva dal gallico e significa “cavalla”.

Cultura pop

Mentre alcuni genitori traggono ispirazione dalle idee offerte su Internet, altri traggono ispirazione dalla cultura popolare. Chiamata anche cultura pop, riunisce i contenuti mediatici più famosi del momento. Infatti, nel corso degli anni, artisti e personaggi dei nostri film o serie preferiti sono stati responsabili di dare un nome ai bambini in diversi paesi del mondo. La musica è anche uno degli elementi essenziali della cultura popolare. I nomi degli artisti vedono esplodere la loro popolarità insieme ai loro successi, come Johnny che raggiunse il suo apice nel 1980 con 651 nati. La notorietà di Johnny Halliday in questo periodo è sicuramente legata a questo. Stessa osservazione per Lorie che, con il suo successo, ha contribuito a far esplodere il numero di “Lorie” tra il 2000 e il 2002. Dal 2014, il nome Louane è entrato nella top 50 in Francia. Oggi è indossato da 16.000 persone, soprattutto ragazze.

La globalizzazione, inoltre, tocca anche il mondo della maternità . I nomi stranieri vengono esportati in maniera massiccia grazie a film e serie TV . Questo approccio è stato formalizzato negli anni 90-2000 con le serie Smallville e Beverly Hills e ha raggiunto il suo apice con la serie Game of Thrones. In effetti, a parte Khaleesi, Arya ha guadagnato popolarità fin dall'inizio della saga. Anche per quanto riguarda i ragazzi, Tyrion è in forte crescita. Attualmente viene assegnato a 950 persone in Francia.

Natura

Madre Natura è intorno a noi, quindi perché non prendere ispirazione da lei e da tutte le sue meraviglie per dare un nome al tuo piccolo ? Questi nomi hanno tutti qualcosa a che fare con questo grande pianeta verde che chiamiamo casa e, naturalmente, li adoriamo!

  • Estate o “estate” in inglese;
  • Aurelio, dal greco “oro”;
  • Hazel, un nome inglese misto che significa "nocciola";
  • Lila o “fleur de Lys” in latino;
  • Eden, nome ebraico maschile che si riferisce al Giardino dell'Eden;
  • Camélia, nome femminile italiano che rende omaggio a un fiore rosso rosato;
  • Ciliegia, sì, l'adorabile nome del frutto che molti amano;
  • Zefiro; Dio greco dei venti occidentali e marito della dea Iris;
  • Ari, un nome dai molteplici significati come “leone” in ebraico, “aquila” in tedesco e “ape” in turco;
  • Diaspro, nome derivato dal francese antico che significa pietra maculata;
  • Pomme o Apple, un nome carino che si riferisce al frutto.

Videogiochi

Molti genitori in attesa cercano ispirazione nei personaggi dei film e dei libri per i nomi dei bambini. Ma che dire dei personaggi di un altro mondo?

I personaggi dei videogiochi, o semplicemente l'universo geek, possono avere nomi affascinanti come Sephiroth in Final Fantasy o Minsc in Baldur's Gate. Ci sono anche nomi molto diffusi tra il grande pubblico, come Mario in Mario Brothers o Lara in Tomb Raider.

Di comune accordo, alcuni genitori hanno chiamato la loro primogenita Alyx, una scelta presa da un personaggio di un gioco online, e sono felicissimi.

Luoghi speciali

Il pianeta è pieno di posti magnifici ! Talmente bello che i primi nomi ne sono ispirati, come Brooklyn, London, Madison o Jordan. Ma se stai cercando una scelta più esotica o meno popolare, non esitare a cercare ispirazione in giro per il mondo. Non c'è modo di scappare? Tutto ciò di cui hai bisogno è una carta. Per aiutarvi nel vostro approccio, vi forniamo di seguito alcuni nomi di paesi, città o anche regioni e continenti che ci hanno particolarmente affascinato.

Firenze

Firenze, la bella città d'Italia che significa anche “fiorire”. La sua popolarità è stabile in Francia, ma è ancora molto popolare in altri paesi. Florence Nightmare è anche una delle celebrità che portano questo nome, perché è nata lì.

India

India in francese, questo paese asiatico si pronuncia con un suono melodioso ed evoca un sapore esotico. È adatto sia alle bambine che ai ragazzi.

Sydney

Sidney è una delle città più grandi dell'Australia ed era anche il nome di una famiglia prima di essere quello della città. È stato chiamato così in onore di Thomas Townshend, primo visconte di Sydney nel 1788. Sebbene di genere neutro, è stato prevalentemente femminile dagli anni '90.

Olimpia

Con un suono femminile, Olimpia è la montagna che fungeva da dimora degli dei e delle dee greche. Oggi è uno degli stadi più grandi e antichi di Parigi ancora in attività.

Aspen

Dalla parola inglese “albero”, è anche il nome di una famosa stazione sciistica del Colorado. Molto popolare negli Stati Uniti, è poco utilizzato in Francia. Questo è un nome neutro.

Parigi

Città della Luce, il nome della capitale della Francia sta diventando sempre più popolare sia in patria che all'estero. Prende il nome dall'antica tribù celtica dei Parisii.

Savana

Città della Georgia, il suo nome è classificato tra i primi 50 nomi di bambini nel 2017 grazie al successo del film Savannah Smiles. Derivato dalla parola inglese che significa grande pianura erbosa, Savannah divenne il nome in America nel XIX secolo.

Cody

Cody è una città del Wyoming e deriva dal cognome gaelico Ó Cuidighthigh. È tra i primi 100 nomi di bambini in Irlanda del Nord e Scozia. L'attrice Cody Horn è una delle figure pubbliche conosciute che lo indossa bene, ma probabilmente non prende il nome dalla città o dal termine gaelico.

bambino con la mamma

Nomi omaggio, buona o cattiva idea?

Dall'inizio del 21° secolo, dare il nome di un parente scomparso a un neonato, in particolare un nonno, è diventata una pratica comune . Questo è un modo per i genitori di riportare in vita la persona o preservarne la memoria. Naturalmente, questo è dovuto a una buona intenzione . Ma questo approccio non è privo di conseguenze per il giovane, soprattutto perché questa scelta viene fatta a suo danno.

Numerosi studi dimostrano che un gran numero di bambini che portano il nome di una persona deceduta sono bipolari. Prima o poi, quando ti chiami Giuseppe, Caterina o anche Maria, il tuo piccolo ti chiederà l'origine del suo nome. E i genitori ovviamente non mancheranno di spiegarglielo. Oltre a portare il peso della morte, il bambino potrebbe identificarsi con la personalità del defunto e cercare di sviluppare i caratteri di quest'ultimo. Che potrebbe intrecciarsi con la propria personalità e stato d'animo, portando così a disturbi bipolari.

Inoltre, anche la filiazione è un processo comune, addirittura una consuetudine in alcuni paesi. Questo viene definito attribuendo il nome del padre al figlio maggiore, talvolta aggiungendo " Junior ". Fa certamente parte della tradizione. Tuttavia, facendo questa scelta, i genitori proiettano inconsciamente sul bambino l' esperienza vissuta dal padre . Quando quest'ultimo ha avuto successo nella vita, il giovane subisce una sorta di pressione ad eccellere che può essere molto poco vissuta. Chi lo circonda si aspetta che mantenga la reputazione o la dignità del lignaggio, un grosso peso da portare quando non si sa ancora nulla della vita. Peggio ancora, uno studio ha dimostrato che portare il nome del padre potrebbe costituire un fattore di maltrattamento a causa del livello di aspettative dei genitori nei confronti del ragazzo. Senza farlo apposta, pretendiamo che il giovane realizzi i nostri sogni e gli scarichiamo addosso la nostra frustrazione.

In ogni caso, scegliere il nome di un bambino è una grande avventura, a volte faticosa. Qualunque sia la tua decisione, devi ricordare che il bambino è un individuo a pieno titolo . Non ci appartiene e un giorno avrà la sua vita da condurre. Non sta a noi imporgli il nostro ideale , e non è dandogli un certo nome che egli diventerà una certa persona. Il nome non influenzerà la personalità o le capacità di un essere umano. Chiamare tuo figlio Usain Bolt non lo renderà un asso dello sprint , e aggiungere Isaac o Newton al suo certificato di nascita non lo renderà un matematico eccezionale.

Se le facoltà fisiologiche ed i temperamenti sono generalmente innati, le capacità intellettuali si sviluppano quando si nutre regolarmente la propria mente con cultura e conoscenza. Allo stesso modo, la personalità si forma nella società, dal modo in cui gli altri ci trattano e attraverso ciò che vediamo e ciò che sperimentiamo.